pres4cription4 tramadol 50mg drug hydrochloride tramadol buy tramadol, what does a tramadol look like, 6fhFeT, viagra for women, ulf ; Vn9bFN, viagra and eating a meal; xanax without a prescription; tramadol pain receptors; NHKkguO; viagra boost as viagra, EHhCAG; VCbsO, time of day to take viagra, viagra, valium viagra interaction, viagra art; Csi1UGo, w7eZ; buy cialis; JLzDDI8, z2vHfj, cialis mexico LoDLSGC; viagra samples WtNnl, u2G5L, online pharmacy prescription drug viagra, k8RtdfEA


Domenica 25 Gennaio, 2009
il cestino del pane

una panoramica di “cestini” assaggiati nei migliori ristoranti d’Italia. Da nord a sud, da Alajmo a Cedroni, da Ilario Vinciguerra a Ciccio Sultano, da Scabin ad Aimo e Nadia. Sapreste riconoscerli? Qual è secondo voi il più sfizioso?  E cosa non deve mai mancare in un buon cestino di pane?


Puoi seguire i commenti a questa notizia attraverso RSS 2.0 feed.
Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.



3 commenti per “ il cestino del pane ”

  1. maricler ha scritto il Domenica 25 Gennaio, 2009 alle 10:08 pm :



    Alors, riconoscerei il terzo, quello di Aimo, dovunque (anche perché nella foto c’è il suo menu e noi ci siamo fatti dare il menu…): pensa che eravamo talmente innamorati del suo pane che Fabrizio ha nascosto nella sua giacca un pezzo di pane di grano spezzato. Il pane migliore mai mangiato in un ristorante. Quello di Ciccio, l’unico oltre a quello diAimo che conosco in questa raccolta, è il terzultimo, e non è granché.
    Per me non possono mancare un pane classico, che sia pane semplice con cui accompagnare il cibo e non un pane da mangiare che copre altri sapori. Amo il pane con le farine miste, perché da lì mi rendo conto della bravura del panificatore. Trovo golosi quelli con il pomodoro, quando il pomodoro è buono. Gli altri bah, anche no. Le cialde non le capisco. Ci metterei un buon pane pistoccu, amico del carasau ma molto più sostanzioso.

  2. anna ha scritto il Lunedì 26 Gennaio, 2009 alle 11:18 pm :



    il quartultimo mi sembra il pane nero di moreno cedroni, assaggiato alla madonnina del pescatore. MA il cestino del pane più bello è quello che presenta lui al Clandestino sushi bar di portonovo (AN), il posto più magico che esista.. fettine di pane in un sacchetto di carta bianco semplice semplice come quello del panettiere. Il tutto guardando la luna nel mare a due passi da te.
    Bellissimo! Uno dei miei posti del cuore.
    annina

  3. vivla ha scritto il Martedì 27 Gennaio, 2009 alle 10:34 am :



    Brave ragazze ma non avete riconosciuto l’intruso????
    Maricler anche per me Aimo tutta la vita, Annina hai ragione il pane nel sacchetto di Moreno è un capolavoro di semplicità e raffinatezza ma in quel contesto tutto sarebbe perfetto, anche le patatine industriali…



Lascia una risposta

Devi accedere per inserire un commento.