pres4cription4 tramadol 50mg drug hydrochloride tramadol buy tramadol, what does a tramadol look like, 6fhFeT, viagra for women, ulf ; Vn9bFN, viagra and eating a meal; xanax without a prescription; tramadol pain receptors; NHKkguO; viagra boost as viagra, EHhCAG; VCbsO, time of day to take viagra, viagra, valium viagra interaction, viagra art; Csi1UGo, w7eZ; buy cialis; JLzDDI8, z2vHfj, cialis mexico LoDLSGC; viagra samples WtNnl, u2G5L, online pharmacy prescription drug viagra, k8RtdfEA


Martedì 23 Febbraio, 2010
ricette low cost

Settimana low cost ai Cucinatori con 5 menu, udite udite, a meno di 5 franchi (3 euro!!!). Ieri con Aurelia, dopo un divertente giro al supermercato per la spesa settimanale, abbiamo preparato due ricettine sfiziose e facili per risolvere la pausa pranzo in ufficio: rotolini di frittata alla menta e pollo “finto fritto” con Caesar’salad shakerata. Le ricette le trovate qui, sia scritte che in video.  Domani pranzo in famiglia con le ricette delle nonne e poi a seguire serata con gli amici, buffet di compleanno e cena gourmet… Tutto spendendo poco, pochissimo, ma che dico, strapochisssimissimo. Scommettiamo? Bon appetit!


Puoi seguire i commenti a questa notizia attraverso RSS 2.0 feed.
Puoi lasciare un commento, o un trackback dal tuo sito.



Un commento per “ ricette low cost ”

  1. Squaquerello ha scritto il Mercoledì 17 Marzo, 2010 alle 2:12 pm :



    Ho veduto tutte le puntate de ?I cucinatori? in cui sei stata ospitata tre settimane or sono e mi complimento per le geniali ideazioni culinarie che hanno caratterizzato la tua partecipazione. Sono sicuro che tutti gli spettatori abbiano apprezzato le ricette da te suggerite, così come sono altrettanto certo che la tua genuinità e la tua creatività abbiano suscitato l?ammirazione della totalità delle persone che abbiano avuto la fortuna d?essere sintonizzati sulla RSI in quei rilassanti e stuzzichevoli pomeriggi.
    Ed a proposito di creatività e fornelli, sarei curioso di sapere cosa pensi di quella cucina, sempre più imperante, che presta eccessiva importanza all?estetica, ponendo in secondo piano ciò che dovrebbe rappresentare l?aspetto principale di una proposta culinaria, ovvero il gusto. E siccome per il sottoscritto le domande sono come le ciliegie, permettimene ancora un paio: cosa pensi di talune scelte degli ingredienti eccessivamente originali e ricercate, spesso non necessarie, volte soltanto ad una differenziazione fine a se stessa, tali da poter rendere l?arte della cucina pericolosamente elitaria ? Ultima domanda : avendo ideato il ? tonno di coniglio? senza tonno, sarebbe possibile il ?coniglio di tonno? senza coniglio ?



Lascia una risposta

Devi accedere per inserire un commento.