pres4cription4 tramadol 50mg drug hydrochloride tramadol buy tramadol, what does a tramadol look like, 6fhFeT, viagra for women, ulf ; Vn9bFN, viagra and eating a meal; xanax without a prescription; tramadol pain receptors; NHKkguO; viagra boost as viagra, EHhCAG; VCbsO, time of day to take viagra, viagra, valium viagra interaction, viagra art; Csi1UGo, w7eZ; buy cialis; JLzDDI8, z2vHfj, cialis mexico LoDLSGC; viagra samples WtNnl, u2G5L, online pharmacy prescription drug viagra, k8RtdfEA

Archivio per la categoria: 'le cene a casa 7'


settembre, andiamo. è tempo di cucinare.

Martedì, Settembre 9th, 2014

SERATE IN CUCINA A CASA 7, CON LA CUOCA DELLA PORTA ACCANTO.

PER ISCRIZIONI E INFO: cuoca@lacuocadellaportaaccanto.it

.

.

.

mercoledì 24 settembre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

Sapori delle vacanze: Lisbona

Una cucina autentica e saporita quella portoghese, dominata dal candido e imprescindibile baccalà, preparato in oltre 360 ricette, dalle sardine fresche e saporite e da un infinità di cibo di strada dolce e salato (pasteis, empanadas, polpette, sfoglie di ogni tipo). Prepareremo insieme i piatti tradizionali più significativi e le ricette innovative più interessanti assaggiate nei ristoranti, nelle “tasche” e nei mercati di Lisbona. Qualche idea: baccalà com grao, baccalà com nata, empanadas di pesce e di pollo, patate a lagareiro, caldo verde, pasteis de nata.

.

.

mercoledì 1 ottobre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

Selfie” finger food

Il finger food più all’avanguardia si chiama “selfie”! Una serata dedicata a chi detesta la banalità in cucina e vuole esprimersi con abbinamenti e impiattamenti personali e creativi.

La serata è strutturata in due tempi: all’arrivo troverete un buffet di finger parzialmente allestiti, starà ad ognuno degli ospiti completare da sé il proprio finger prima di assaggiarlo, con tanti suggerimenti per rifare poi lo steso buffet a casa.

Successivamente, sulla base di ricette già ideate dalla cuoca, ognuno avrà a disposizione tutti gli ingredienti e le stoviglie per creare diversi selfie finger, fotografarli e partecipare a un progetto a sorpresa.

.

.

mercoledì 8 ottobre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

Sono solo scatolette

Chi ha detto che con qualche scatoletta non si possano fare grandi piatti? Purché i prodotti da dispensa siano di qualità e si affianchino a ingredienti freschi in abbinamenti insoliti e sfiziosi. Se amate tonno, ventresche, sardine, sgombri, uova di pesce, ma anche legumi, spezie e tutte le innumerevoli bontà dell’industria conserviera non perdete questa serata. Qualche idea: acciughe, mele e barbabietole; finger di sardine e crema di ceci; caviale portoghese con blinis rustici e panna acida; focaccia ripiena di sgombro alla mediterranea; ravioli di mare alla piastra; soufflé delicato di tonno, hoummous di patate dolci e pancetta affumicata, Can we can!

.

.

mercoledì 29 ottobre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

W la ciccia!

Una serata tutta dedicata ai carnivori e a chi ama cucinare piatti di carne sontuosi e spettacolari. Prepareremo insieme carni di manzo, vitello, maiale e molto altro, seguendo ricette classiche con qualche tocco nuovo e abbinandole a contorni speciali. Qualche esempio: tartare mediterranea, medaglioni di manzo al caffè, costine di maiale all’arancia, vitello al latte e nocciole.

.

.

mercoledì 5 novembre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

Vegetariano e senza glutine “gourmet”

Chi ha detto che la cucina vegetariana è noiosa e ripetitiva? E che i piatti senza glutine sono privi anche di gusto? A grande richiesta una serata speciale con tanti piatti senza carne e pesce, e tante ricette senza glutine, per dimostrare che si può costruire un menu squisito e di alta cucina sfruttando al massimo creatività e inventiva. Qualche esempio: tartare di zucca, tofu goloso alla giapponese, vellutata di pomodori arrostiti, cuscus di pane gluten free e ragù di pesce “fuggito”, “tagliata” di melanzane alla piastra, millefoglie di patate e formaggio, sbrisolona di mandorle alle amarene e crema al moscato.

.

.

mercoledì 12 novembre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

Pasticceria salata per le feste

Panna cotta, mousse, sfogliatelle, frollini, pasticcini e bignè per un buffet squisitamente… salato! Una serata fantastica per chi ama veramente mettere le mani in pasta e creare bocconcini sfiziosi per l’aperitivo, il brunch e le cene in piedi. Prepareremo diversi tipi di impasti: pasta al vino, pasta per cracker, brisé integrale, frolla con farina di mais, pasta choux. Inoltre qualche suggerimento per realizzare anche con le paste già pronte esistenti in commercio (sfoglia, fillo, pasta da pane) divertenti, veloci e furbi stuzzichini e finger food.

.

.

mercoledì 3 dicembre 2014

dalle 20.00 alle 23.00

Aspettando Natale

Quest’anno il Natale è “comfort food”. Ricette golose e calde, per un Natale in famiglia improntato alla semplicità e alla bontà. Piatti che arrivano in tavola e fanno subito festa, piatti tradizionali di pesce e di carne, grandi classici e spunti creativi, tutti di facile e divertente realizzazione. Inoltre tante idee per finger food scintillanti ispirati alle migliori ricette della tradizione natalizia.




numeri?

Sabato, Luglio 2nd, 2011

250 piattini trasparenti, 200 bicchierini, 300 barchette di bambu, 500 stick di legno, 500 tovagliolini di carta, 280 panini fatti in casa (dalla mitica Federica), 8 kg di tartare di manzo (del Riccardi), 20 mozzarelle  di bufala da 250 g l’una, 6 pizze bianche cotte e, su richiesta, un po’ bruciate, in forno a legna dall’ottimo Salà, 10 piantine di basilico massacrate per unirsi a 2 litri d’olio pugliese e 400 g di pinoli liguri, 44 kg di pomodori frullati e passati per unirsi a 100 g di fogli di gelatina e qualche cucchiaiata di origano, 8 tubetti di pasta d’acciughe balena, 8 vasetti di crème fraiche e 4 mezze confezioni di panna fresca liquida, un mega barattolone di arachidi e qualche sacchetto di pop corn, 4 kg di chips di verdure fritte ed essiccate, poche bottiglie d’acqua naturale e frizzante e 50 (more…)




i bibanesi sono più amici dei grissini

Venerdì, Settembre 17th, 2010

…sì sì sono più amici di noi povere panificatrici della domenica, sono più buoni, più docili, forse meno perfetti e più bruttarelli dei cugini fighettigrissiniperfetti, ma si fanno volere un gran bene. Mettiamoci pure che io coi grissini non è che abbia un gran rapporto, per quel loro essere metereopatici, che vengono buoni una volta si e cento no, a seconda di come gli gira o gira il vento, e mettiamoci pure che proprio con un meteorologo grissinaro una volta sono incappata in una clamorosa gaffe che manco la Clerici...

Al bando i grissini dunque e lunga vita ai bibanesi, e ora che li ho scoperti (quelli fatti in casa intendo ché quelli compri li conosco da tempo immemore… per l’esattezza dal primo master in giornalismo enogastronomico del gambero quando durante le degustazioni di vino spuntavano sempre e dovevano servire, uno ogni tanto, a “parare” i colpi tra un sorso e l’altro, mentre per me era esattamente il contrario, il vino serviva a mandar giù i bibanesi visto che me ne facevo fuori pacchi interi!!! forse è per questo che non sono diventata  “enoqualcosa” e mi sono buttata di brutto sul gastro?!) non me ne staccherò così facilmente. Degni addirittura di una foto sul balcone come se fossero spuntati per magia, vicini alle odorose piantine che grazie al tempo comascoclemente di questi giorni stanno resistendo…

Ed eccoli qua i miei “proud” bibanesi panificati da me, in pirsona pirsonalmenti, (e non me ne voglia  la premiata ditta DA RE: tranquilli amici, continuerò a comprarvi, siete sicuramente più buoni ed economici di ogni esperimento casalingo, ché ognuno si sa, deve fare “el so mestè”, ma oggi lasciatemi il mio momento di gloria…), semplici e veloci, durata totale dell’operazione 2 ore per 1 kg di croccanti e leggeri esemplari UNO DIVERSO DALL’ALTRO.


Ah dimenticavo la ricettaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa: (more…)




l’antiristorante

Giovedì, Marzo 4th, 2010

Seratona tv dinner ieri, come non capitava da tempo, divano e telecomando tutto per me e la compagnia FIGHISSIMA di Jamie’s America sul 410. Va bè a parte che io lo adoro qualsiasi cosa faccia (e qualcuno provi a dirmi che non è bravo, che è tutto finto e costruito, sarà anche tutto finto e costruito ma provate a rifarlo) la serie americana mi piace proprio tanto. Nelle prime due puntate viaggio alla scoperta della New York degli immigrati, inizio con cibo egiziano, poi cinese, colombiano, il sottobosco dei ristoranti “illegal”, normali case che diventano locali pubblici (ma segreti) per sfamare con pochi dollari gli immigrati appena arrivati, il cibo portato di notte per strada per scaldare i clandestini senzatetto, poi, per contrasto, la realtà (più borghese e fighetta) dei club delle cene private, infine Jamie stesso che apre la sua casa  (un vero viaggiatore, dice, non va in albergo ma affitta la sua casetta e gira in metropolitana) a un gruppo di 8 sconosciuti per una cena “aperta” dove il prezzo lo fanno gli ospiti stessi, la compagnia magna e beve allegramente e il ricavato va in beneficienza (in questo caso al tipo che porta il cibo di notte).

.

Mi piace l’idea dell’antiristorante soprattutto quella di cucinare un menu per sconosciuti e di lasciar decidere agli invitati quanto sono disposti a pagare per quella cena. Il sistema è semplice, si fissa una data, si dà qualche idea del menu (un tema o qualche indizio di ingredienti), eventualmente si invitano gli ospiti a portare il vino (magari lo stesso tipo, secondo il sistema democratico PVB, portatevi le vostre bollicine) e si aspettano le iscrizioni (su blog o posta privata). Dopodiché si comunica in segreto il luogo della cena e l’orario. Mi piace da morire questa cosa e la farò prestissimo, quanto al luogo segreto… bè uno ha la soluzione davanti agli occhi e non se ne avvede!!!

.

Ps. nella foto i resti del tv dinner…




TUTTIFRITTITUTTIFRITTITUTTIFRITTITUTTIFRITTITUTTIFRITTI

Lunedì, Novembre 2nd, 2009




cocktail d’estate, il nostro modo per dire Saldi

Venerdì, Luglio 10th, 2009

Invito cocktail vendita promozionale

sabato 11 luglio 2009

Cari amici in occasione della vendita promozionale estiva su tutti i nostri articoli in esposizione, abbiamo organizzato uno speciale “cocktail d’estate” a casa 7 (via Diaz 7, Como, tel. 031 265126). Vi aspettiamo sabato pomeriggio dalle 18.00 alle 21.00, per invitarvi ad assaggiare freschi drink e i finger food della cuoca della porta accanto.




direzione sud

Domenica, Marzo 1st, 2009

è il titolo/tema del pranzo di oggi, un pranzo di compleanno a metà tra il pranzo della domenica dalla nonna e i viaggi e le suggestioni dei viaggi a sud. Dieci fantastici ospiti, un festeggiato speciale e una cuoca desiderosa di mettere sulla tavola il meglio delle sue tradizioni, dei rituali meridionali, degli ingredienti e delle ricette più amate ma anche delle “rivisitazioni” (ma perché è così brutta questa parola non si riesce a trovarle un’alternativa), delle contaminazioni, delle, epperchéno? invenzioni necessarie a farti sentire creativa e al tempo stesso non traditrice del verbo culinario. Il risultato eccolo qua

PS: Grazie Rob a te e ai i tuoi gentili amici. Non capita spesso di avere ospiti così bendisposti, aperti (di testa e di palatoi) e beneducati (è stato un attimo rimettere a posto, di solito troviamo le fette di salame sotto i tappeti per dire…).

Seguono menu e ricette…

(nella foto LE POLPETTE DELLA NONNA E L’INZUPPO NEL SUGO “UFFICIALIZZATO”)

(more…)





vai alla lista completa dei menu scegli i menu
antipasti
insalate
primi piatti
secondi piatti
piatti unici, contorni robusti
pane, focacce, torte salate
dolci
piccola pasticceria
menu speciali a tema
finger food
vai all'elenco cocktailscocktail
vai ai corsi di cucina corsi di cucina e ricette
esempi di cene già fatte cene tipo